• Trinacria sulla luna

    Trinacria sulla luna (Pitrè senza gravità) è uno spettacolo teatrale ispirato all’omonima opera e vita di Giuseppe Pitrè, antropologo palermitano che, innamorato della Sicilia, ha dedicato 50 anni della sua vita alla ricerca ed allo studio a tutto campo della cultura tradizionale siciliana.
    Testo e regia di Gaspare Balsamo
    Progetto di Luca Recupero
    Con: Gaspare Balsamo, Biagio Guerrera,
    Musiche dal vivo di:
    Puccio Castrogiovanni (fisarmonica, mandolino, marranzano e voce)
    Giancarlo Eliodoro Parisi (chitarra, marranzano, zampogna e voce),
    Luca Recupero (percussioni, marranzano e voce)
    Assistenza alla regia, scene e costumi: Daniela Orlando Femina Sapiens
    Oggetti di scena: Salvo Pappalardo
    Assistenza tecnica e disegno luci: Aldo Ciulla, Sandro Lomax Sciotto

    Trinacria sulla luna (Pitrè senza gravità) è uno spettacolo teatrale ispirato all’omonima opera e vita di Giuseppe Pitrè. Alcuni elementi biografici della vita del Pitrè e vari frammenti sparsi dei cunti raccolti dal Pitrè sono il materiale che compongono il testo e la drammaturgia dello spettacolo.
    Lo scopo è quello di intendere e giocare con la figura e alcune parti dell’opera del Pitrè in maniera per niente conservativa, senza alcuna forza e nessun peso che gravi e abbia la pretesa di far memoria, celebrazione e consolazione su un materiale così vicino e così lontano allo stesso tempo. Dunque, Trinacria sulla Luna, quasi una parodia per procurare un intenso sentimento di libertà che conduce, con distacco e leggerezza, il gioco delle citazioni, dei riferimenti e delle allusioni.
    Le forme espressive artistiche messo in campo, considerati gli argomenti trattati e la formazione e le esperienze di tutti i componenti della compagnia, rimandano ad alcuni linguaggi ed elementi che sono propri della matrice culturale teatrale e musicale siciliana. Dunque il cunto, dunque la lingua siciliana, dunque la letteratura orale, la musica popolare e gli strumenti che ad essi appartengono.
    Leggeri come Pi(e)treè sulla luna senza gravità, la Trinacria, come da tradizione nello spettacolo dell’opera dei pupi, torna sulla luna per cercare di recuperare il senno, sperando che San Giovanni, come un tempo con Astolfo, ci venga incontro e ci aiuti.


    RASSEGNA STAMPA

  • Chi siamo

    L’Associazione Culturale MoMu Mondo di Musica si costituisce informalmente ed avvia le proprie attività nel febbraio 2002 e viene poi regolarmente registrata Settembre 2003. Le finalità dell’associazione sono principalmente la promozione e valorizzazione delle culture musicali e delle arti performative di tradizione orale, attraverso una prospettiva interculturale.L’obbiettivo è quello di favorire la riscoperta e la rivitalizzazione della musica e dei repertori tradizionali della cultura popolare in Sicilia attraverso un fertile confronto ed incontro con le culture tradizionali di altre Regioni d’Italia e del Mondo.
    L’Associazione ha realizzato dal 2002 ad oggi decine di attività e maifestazioni nell’ambito della didattica e della cura, produzione e promozione di eventi culturali di alta qualità, centrati sulla valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio della musica tradizionale della Sicilia e delle altre Regioni d’Italia, cercando sempre di coniugare la dimensione divulgativa con un solido fondamento scientifico, con l’obbiettivo di avvicinare, e mettere in contatto fra loro diverse categorie di partecipanti e ascoltatori, con particolare attenzione al pubblico giovanile e alla creazione di fertili rapporti tra la produzione musicale di natura non professionistica e amatoriale con la cultura musicale di carattere “ufficiale”, sia essa di tipo accademico o di tipo etnomusicologico.
    Tra le attività più importanti curate dal MoMu negli ultimi 15 anni si possono ricordare: Cicli di corsi e laboratori di musica e strumenti etnici tenuti presso il Centro Culture Contemporanee Zo dal 2002 al 2005; Corsi e Laboratori per l’Università di Catania nel progetto Medialab dal 2003 al 2006; Progetto “Marranzano World Fest” che include mostre di strumenti musicali, conferenze etnomusicologiche, laboratori, seminari, proiezioni, e concerti con artisti locali e internazionali, avviato nel 2005 e tuttora in corso; Progetto “Musica Cultura di Pace.
    Sicilia Terra d’Incontro” per il Comune di Catania nel 2008; Progetto “Voci della Tradizione. Dalla Ricerca sul campo al palcoscenico”, progetto di salvaguardia e valorizzazione dei canti di tradizione orale in Sicilia sostenuto dal MIBACT a partire dal 2016. L’Associazione si è occupata anche di produzione artistica, curando, tra diversi progetti sempre caratterizzati dall’indagine sulle musiche popolari nel rapporto dialettico tra tradizione orale e contemporaneità, la produzione e la distribuzione dei concerti del gruppo Ipercussonici, e, nel 2016, la produzione e distribuzione dello spettacolo teatrale “Trinacria sulla Luna. Pitrè senza Gravità” diretto da Gaspare Balsamo.
    Le attività del MoMu si sono realizzate anche grazie alla collaborazione, al contributo e al patrocinio delle più importanti istituzioni pubbliche e private del proprio territorio di riferimento tra cui: Università degli Studi di Catania, Comune di Catania, Provincia Regionale di Catania, Regione Siciliana, Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania, Museo Archeologico Regionale Valle dei Templi (Agrigento), Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani (Gesso, Messina), Museo Internazionale delle Marionette Antonino Pasqualino, Associazione per la Conservazione delle Tradizioni Popolari, Fondazione Ignazio Buttitta (Palermo), Fondazione Horcynus Orca (Torre Faro, Messina), Associazione Musicale Etnea, Centro Culture Contemporanee Zo, Associazione Culturale Alan Lomax, Associazione Culturale Darshan, Associazione Culturale AreaSud, e molte altre.

  • Marranzano World Fest

    Marranzano World Fest 2016

    Il Marranzano World Fest (MWF), avviato nel 2005 a Catania, rappresenta ormai un appuntamento consolidato per tutti i ricercatori e gli appassionati di strumenti musicali e di tecniche vocali delle tradizioni popolari in Sicilia e nel Mondo. Un importante momento di aggregazione, di apprendimento e di scambio tra persone, tra generazioni e tra culture diverse, con l’obbiettivo di salvaguardare la profondità delle nostre tradizioni culturali, proiettandole al tempo stesso su un panorama contemporaneo internazionale.


    Sito del progetto "Marranzano World Fest"

  • Progetti

    Tra le attività più importanti curate dal MoMu negli ultimi 15 anni si possono ricordare: Cicli di corsi e laboratori di musica e strumenti etnici tenuti presso il Centro Culture Contemporanee Zo dal 2002 al 2005; Corsi e Laboratori per l’Università di Catania nel progetto Medialab dal 2003 al 2006; Progetto “Marranzano World Fest” che include mostre di strumenti musicali, conferenze etnomusicologiche, laboratori, seminari, proiezioni, e concerti con artisti locali e internazionali, avviato nel 2005 e tuttora in corso; Progetto “Musica Cultura di Pace.
    Sicilia Terra d’Incontro” per il Comune di Catania nel 2008; Progetto “Voci della Tradizione. Dalla Ricerca sul campo al palcoscenico”, progetto di salvaguardia e valorizzazione dei canti di tradizione orale in Sicilia sostenuto dal MIBACT a partire dal 2016.


  • Voci della tradizione

    Un percorso pluriennale che si avvia nel 2016 con una indagine ad ampio raggio sulle manifestazioni della vocalità nella cultura popolare siciliana, per offrire, anche al pubblico non specializzato, una visione panoramica su un patrimonio estremamente ricco e variegato, creando fertili connessioni tra la ricerca etnomusicologica sul campo, i gruppi di cantori e suonatori che operano nei contesti ancora vivi e funzionali delle tradizioni popolari, e le pratiche di artisti che rielaborano i contenuti tradizonali per la riproposizione scenica.


    Sito del progetto "Voci della tradizione"

  • Produzioni

    L'Associazione MoMu si è sempre occupata, fin dalla fondazione, anche di produzione artistica, curando la produzione e la distribuzione di progetti artistici sempre caratterizzati dall’indagine sulle musiche popolari nel rapporto dialettico tra tradizione orale e contemporaneità.
    Tra questi la produzione e distribuzione dei concerti del gruppo Ipercussonici dal 2002 al 2016, e dal 2016 la produzione e distribuzione dello spettacolo “Trinacria sulla Luna. Pitrè senza Gravità” diretto da Gaspare Balsamo.


  • Galleria

  • Contatti

    MoMu - Mondo di Musica
    Associazione Culturale Non-profit
    Via Fornai 21, 95121 - CATANIA (CT)
    info@mondodimusica.it
    Telefono fissoCellulare

  • Trasparenza

    In ottemperanza a quanto disposto dall’art. 9, comma 2 e 3 del decreto Legge 8 agosto 2013, n. 91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112, pubblichiamo i dati relativi a incarichi amministrativi e artistici di vertice e di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, nonché di collaborazione e consulenza.

    Consiglio Di Amministrazione

    Presidente Luca Recupero Vice Presidente Giorgio Maltese Segretario Carlo Condarelli

    Consiglieri/e Valeria Grasso, Mariachiara Modica, Lorena Cinquemani

    Tutti gli incarichi sono a titolo gratuito  

    Estremi atti di conferimento: verbale assemblea dei soci del 01/08/2016

    ***

    Direzione Artistica

    Luca Recupero Musicista, ricercatore, tecnico del suono, è l’ideatore ed il direttore artistico del Marranzano World Festival. Ha compiuto studi di etnomusicologia ed organologia nelle Università di Bologna, Roma, Amsterdam e Londra Dal 1996 si dedica alla ricerca sugli strumenti della tradizione Siciliana ed in particolare sul marranzano e sui tamburi a cornice, indagando gli aspetti storici ed etno-antropologici, ma coltivando anche gli aspetti performativi. Ha insegnato e tenuto corsi su materie etnomusicologiche o legate alle tecnologie del suono presso Università e scuole pubbliche.  Ha tenuto corsi, seminari e workshop sugli strumenti musicali siciliani in Italia, Svizzera, Olanda, Ungheria, Malta, Russia, Giappone.

    Compenso € 2500,00 lorde

    Biagio Guerrera Poeta, attore, regista, curatore, è nato a Catania nel 1965. Ha curato numerose pubblicazioni antologie e pubblicato tre raccolte di poesia a suo nome oltre al cd Quelli che bruciano la frontiera (Folkstudio ethnosuoni, 2011) con il poeta tunisino Moncef Ghachem.  Si è esibito tra l’altro a: Santarcangelo dei Teatri; Festivaletteratura (Mantova); Auditorium Parco della Musica (Roma); Fondazione Orestiadi di Gibellina; Journèes Théâtrales de Carthage (Sidi Bou Said, Tunisia); Genova Poesia; etc Sue poesie sono state pubblicate in Polonia, Inghilterra, Slovacchia e Tunisia. Ha diretto il Festival Internazionale di poesia Voci del Mondo ed è membro del comitato di redazione delle edizioni Mesogea. Dal 2007 collabora con L’Istituto Polacco di Roma ricevendo per le sue attività un’onorificenza dal Ministero della Cultura Polacca, è co-direttore artistico del periodico di arte e letteratura Charade. Ha collaborato come consulente artistico tra gli altri con la Fondazione Fiumara d’Arte di Antonio Presti e con la Coop. Officine (Zo Centro Culture Contemporanee, Festival Mappa).

    Compenso € 1000,00 lorde

    Giorgio Maltese Polistrumentista, costruttore di strumenti musicali, ricercatore indipendente, nato a Catania il 3 Maggio 1989. Si avvicina giovanissimo alla musica studiando chitarra classica con il maestro Alfredo D’Urso. Nel 2005 vince come chitarrista il primo premio assoluto al concorso nazionale "TuttArte". Nello stesso anno conosce Fabio Tricomi, polistrumentista e ricercatore catanese, esperto di strumenti popolari siciliani. Grazie a lui scopre il mondo della musica tradizionale e degli strumenti popolari intraprendendo lo studio del marranzano.

    Gradualmente avvia un’intensa attività di ricerca: conosce i pochi anziani suonatori e costruttori di strumenti tradizionali siciliani rimasti e da loro assimila repertorio, prassi esecutiva e tecniche costruttive. Impara così a suonare il mandolino, i flauti di canna tradizionali, il tamburello, l'organetto e la zampogna a paro.

    Svolge attività di divulgazione degli strumenti tradizionali siciliani tenendo conferenze per istituti scolastici, università ed associazioni culturali. Affianca alla passione della musica quella per le arti marziali siciliane. Ha studiato scherma corta in stile “santamaria” con il M° Giuseppe Bonaccorsi diventando istruttore.

    Compenso € 500,00 lorde

  • 1

    Marranzano World Fest

    Il Marranzano World Fest (MWF), avviato nel 2005 a Catania, rappresenta ormai un appuntamento consolidato per tutti i rice...

    Continua lettura
  • 2

    Voci della Tradizione

    Un percorso pluriennale che si avvia nel 2016 con una indagine ad ampio raggio sulle manifestazioni della vocalità nella ...

    Continua lettura
  • 3

    Produzioni

    L'Associazione MoMu si è sempre occupata, fin dalla fondazione, anche di produzione artistica, curando la produzione e la...

    Continua lettura


MoMu - Mondo di Musica
Associazione Culturale Non-profit
Via Fornai 21, 95121 - CATANIA (CT)
info@mondodimusica.it
095 341459328 2212960
Trasparenza




©2017 MoMu Mondo di Musica.