banner sitologhi
Stampa

Giornata di studi

Tradizioni Popolari e Nuove tecnologie

Alla scoperta del passato per immaginare il futuro

Come cambierà l'immaginario collettivo delle prossime generazioni sul piano della conoscenza e della trasmissione delle culture e tradizioni popolari? ?

Nell'era di internet assistiamo progressivamente ad un aumento della complessità dei significati e dei significanti.

Un contesto in cui tutti i dati e le informazioni sono a portata di click, un contesto che registra contemporaneamente la dispersione delle informazioni, e una certa difficoltà nel reperimento di contenuti salienti. L'incremento di tecnologia configura un mutamento profondo dei luoghi di condivisione del sapere, delle metodologie e delle strategie cognitive. I saperi tradizionali e le etnografie musicali

sono un riferimento molto importante in questo scenario, un supporto di grande valore ad esempio per la valorizzazione di strategie didattiche innovative, un veicolo per la divulgazione delle culture, uno strumento per la analisi e la comparazione tra sistemi sociali, ma anche una preziosa fonte di informazione per il miglioramento dell' offerta culturale legata al turismo e ai devices mobili.

Quale è lo status del patrimonio audiovisivo legato alle tradizioni cuturali?

Quali sono le strategie possibili e le applicazioni per la condivisione, di questi saperi e di queste informazioni?

Come è possibile valorizzare al massimo l'impiego degli archivi sulle tradizioni?

Quali le strategie in ambito cognitivo e tecnologico?

Cercheremo di rispondere a tutte queste domande mettendo in luce come cambiano le caratteristiche dei soggetti protagonisti della divulgazione, e come cambiano i parametri funzionali dell'agire divulgativo nell'era di internet

 

Tavola Rotonda - Con la partecipazione di:

Luca Recupero (Marranzano World Fest)

Carlo Condarelli (YouCultures)

Stefano Roveda (AK Lab/Studio Azzurro)

Manlio Garavaglia (AK Lab)

Antonio Scuderi (Capitale Cultura, de Agostini)

Giorgio Grasso (Università di Messina, Dip. Scienze Cognitive)

Ignazio Buttitta (Fondazione Buttitta)

Rosario Perricone (Museo internazionale delle Marionette A. Pasqualino)

Mario Sarica (Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani)