banner sitologhi
Stampa

Parco Horcynus Orca

 

capo peloro

fotoHorcynus Panoramica

Il Parco Horcynus Orca nasce, all'insegna dell'omonimo romanzo di Stefano D'Arrigo, sulle propaggini estreme della Sicilia e della Calabria; uno spazio in cui si rinnova l'abbraccio, amoroso e tormentato, tra il due mari e le terre del Peloro.

A Capo Peloro, Messina, sull'estrema punta NordEst della Sicilia, nel complesso monumentale ai margini dell'omonima riserva naturale è localizzato il "cuore" del Parco. Il luogo, cioè, ove hanno sede gli spazi creativi, di divulgazione scientifica, multimediali, di animazione alla lettura, la biblioteca, le sperimentazioni visivo-teatrali, i percorsi interattivi multidisciplinari, gli spazi per l'arte contemporanea, le istallazioni immersive, le dirette audio/video subacquee, gli ambienti attrezzati a studiare le fonti energetiche del mare ed osservare i fenomeni caotici dello Stretto, i pesci abissali, i fossili, i reperti archeologici, le scuole di sub e di vela. 
All'interno del Parco troverete

Il complesso monumentale di Capo Peloro detto "Torre degli Inglesi"
Si tratta di una struttura stratificata di impianto preistorico con evidenze architettoniche importanti sin dal I sec. A.C. con: Corte dell'ala ottocentesca della capienza di 80 posti, una terrazza dell'ala ottocentesca della capienza di 150 posti, 4 sale espositive multimediali con mostre dedicate all'arte contemporanea mediterranea e ai fenomeni scientifici dell'area dello Stretto nell'ala ottocentesca e cinquecentesca.

L'Arena Giardino delle Sabbie
Arena estiva all'aperto situata nel Giardino delle Sabbie, area antistante le strutture del Parco e affaccio privilegiato sullo Stretto di Messina, 350 posti su pedana permanente in legno e palco

La Sala Vincenzo Consolo
Sala di 100 posti interamente in legno, climatizzata e dotata di sistema per videoconferenze.

Il ristorante panoramico 
gestito secondo l'etica di Slow Food, partner tecnico nella gestione del ristorante.